Nuova Audi Q3 Sportback: ecco il primo SUV coupé compatto con gli “anelli”
08.10.2019 - in

Nuova Audi Q3 Sportback: ecco il primo SUV coupé compatto con gli “anelli”

Appena presentato a Milano Q3 Sportback, il nuovo crossover di casa Audi che prende spunto dalla sorella maggiore Q8 e arriva per soddisfare le richieste di un mercato in continua evoluzione che, negli ultimi anni ha visto affiancarsi alla parola SUV, quella di sportività. Q3 Sportback entra nel segmento dei C-SUV Coupé per cercare di contrastare la concorrenza di modelli come Jaguar E-pace, Land Rover Range Rover Evoque e Mercedes GLC. L’auto concepita non solo come una bella donna, elegante e aggraziata, ma con qualcosa di più, che sappia sedurre anche gli amanti delle linee più sportive, che non vogliono però rinunciare a comfort, piacere di guida e alla cosiddetta vettura di “tutti i giorni”. Un po’ berlina, un po’ coupé e molto sport utility dunque, una sola auto dalle tre anime, con tecnologie che derivano direttamente dall’alto di gamma.

Audi Q3 Sportback_001

Con quest’auto Audi punta prevalentemente al cliente privato e si aspetta un target in linea con la media della casa, in prevalenza ancora fortemente maschile. Non è detto però che non possa attrarre un maggior numero di acquirenti donne rispetto al passato, vista la particolare attenzione per il lato estetico. Quando si dice che anche l’occhio vuole la sua parte…staremo a vedere.


Look

Esternamente la nuova Q3 Sportback riflette un animo sportivo, già solo guardandole le fiancate, con una linea di spalla molto più bassa rispetto ad un normale Q3, nonché chiaramente grazie al caratteristico montante C posteriore che degrada notevolmente e culmina in uno spoiler. Il design grintoso della vettura si nota sia nella vista frontale che in quella posteriore, con una calandra composta da una griglia tridimensionale a nido d’ape e un paraurti molto pronunciato con elementi che anche visivamente la rendono più larga e massiccia. La sportività è richiamata anche dai “Blister 4”, le superfici sopra i passaruota, molto accentuate a garantire questa caratteristica di “dinamicità” tipica dei modelli “Q”.

Su che colore optare? Non c’è che l’imbarazzo della scelta con le 12 tinte a disposizione di cui tre con venirci standard, una ad effetto perla ed otto metallizzate. Se vi piace osare e farvi notare, di certo il blu turbo rappresenta la scelta vincente, anche se a lungo andare potrebbe stancarvi, come del resto tutti i colori forti. Io personalmente mi sono innamorata della nuova nuance “argento rugiada”, raffinata e “particolare” quando basta.

Comfort

Il “corpo” della Q3 Sportback ha queste misure: 4,5 metri di lunghezza, 1,84 di larghezza e 1,56 metri di altezza. Più lunga rispetto alla sorella di 16 mm e più bassa di 3 cm, sono quelli che fanno la differenza conferendole un design più accattivante. Nonostante si tratti di una coupé a tutti gli effetti, a bordo lo spazio non manca, né per quanto riguarda i passeggeri, né per il carico, con il bagagliaio che passa da un volume di 530 litri in condizioni normali, ai 1400 litri, abbattendo gli schienali. Via libera allo shopping sfrenato dunque ma anche alla possibilità di qualche acquisto un po’ più ingombrante per la casa!

IMG_6051Quattro gli allestimenti disponibili: Base (che comunque di serie ha già tutto quel che basta per non lamentarsi), Business Plus, S Line Edition e Quattro Edition. Molto cool, anche se facilmente sporcabile, il rivestimento in alcantara di parte della plancia e dei poggiabraccia lungo i pannelli della portiera, di un tenue grigio-azzurro nella versione che stiamo testando. Belli i sedili sportivi con cuciture e inserti a contrasto (di serie nella versione S Line Edition), il volante in pelle dai mille ed utilissimi comandi, così come il pacchetto illuminazione diffusa e dei profili che permette di scegliere tra 30 diverse tonalità di luce ambiente. Un po’ una caduta di stile le tasche portaoggetti sul retro dei sedili anteriori, fatte di plastica e rete. Comodissima invece l’immensa profondità dei vani portaoggetti delle portiere, dove si può infilare un ombrello portatile, insieme ad una bottiglietta di acqua e avanza ancora spazio.

Tecnologia

Tre le parole chiave della Q3 Sportback: intuibilità per il guidatore, integrazione e “machine learning”. Un esempio pratico: il sistema di navigazione MMI plus touch, di serie per tutte le versioni (tranne che per quella “entry level”), è in grado di memorizzare le nostre strade preferite e i normali spostamenti giornalieri, per darci suggerimenti in tempo reale sulla rotta, tenendo conto della situazione del traffico “live”. Di ispirazione Q3 l’Audi virtual cockpit di serie da 10.25 pollici che integra le funzioni di MMI, e oltre alla velocità di marcia e al regime del motore, visualizza anche tutte le informazioni sui brani musicali e i servizi Audi Connect. A bordo anche i servizi dell’intelligenza collettiva della flotta Audi Car-to-X per la

Audi Q3 Sportback_058

condivisione di importanti informazioni ed eventuali pericoli tra una vettura e l’altra collegate “in rete”. Da non dimenticare, la possibilità di usufruire dell’assistente vocale Amazon Alexa integrato nel sistema MMI per accedere ai medesimi servizi a disposizione da casa o tramite i dispositivi elettronici. Tradotto significa che se siete di quei fortunati ad avere una “smarthome” dotata di sistemi di domotica, potrete per esempio accendere e spegnere le luci o chiudere ed aprire la porta di casa, semplicemente chiedendolo alla vostra auto. Ma ve lo immaginate che meraviglia non dover tornare indietro ogni volta per vedere se abbiamo chiuso tutto?

Carattere

Abbiamo provato la motorizzazione 2.0 (35) TDI 150 CV S Tronic, con cambio automatico doppia frizione a 7 marce e l’Audi Q3 Sportback si lascia condurre facilmente. Molto piacevole da guidare, nonostante le dimensioni è un’auto agile nei cambi di direzione e molto stabile, grazie anche allo sterzo progressivo.

303bfc5c-ca0f-4903-8626-22f046503619

Guidandola si può scegliere tra 6 differenti modalità di marcia da quello standard, ai programmi comfort, dynamic, efficiency, individual e off road. Se volete sentire un po’ più il ruggito e la reattività del motore, fate ricadere la vostra scelta su dynamic, mentre nella modalità standard la risposta a bassi regimi è un po’ più lenta. Lato assistenza alla guida, di serie spiccano particolarmente il “Lane departure warning” che previene l’abbandono di corsia, il “Lane change warning” che segnala eventuali ostacoli o pericoli quando si effettua un cambio di corsia ed il “Pre sense front” che riconosce tramite radar la presenza di pedoni, ciclisti ed altri veicoli, avvisando il conducente con segnali ottici, acustici e tattili.

Audi Q3 Sportback_019

Al lancio sono disponibili due motorizzazioni: il 2.0 TFSI da 230 cv ed il 2.0 TDI da 150 cv. In arrivo al più presto anche il propulsore 2.0 TDI quattro S tronic da 150 e 190 cv, oltre che alla primissima versione “Mild- Hybrid” di casa Audi, a 48 volt, con batteria posta sotto il sedile del guidatore, in abbinamento al 1.5 TFSI da 150 cv, che permetterà di risparmiare 0.4 litri ogni 100km.

Ma veniamo ai prezzi. Il listino parte da 41.400 € per la versione base della 35 TDI quattro, prezzo chiavi in mano. In pratica circa 3.200 € in più rispetto ad una Q3 con motorizzazione equivalente, in caso non riusciate proprio a resistere a quel suo fascino da sportiva.

Scheda tecnica

Motore: 4 cilindri in linea
Cilindrata: 1.968 cc
Cambio: automatico a doppia frizione S tronic a 7 rapporti
Potenza massima: 150 cv e 350 Nm di coppia
Consumo dichiarato (ciclo combinato): 5,9 - 6,3 l/100 km
Emissioni (ciclo combinato WLTP): 154-166 g/km
Trazione: anteriore
Peso a vuoto: 1.655 kg
Volume bagagliaio: da 530 a 1.400 litri
0-100 km/h: 9,3"
Prezzo di listino: a partire da 41.400 €