McLaren: Ella Podmore è “giovane ingegnera dell’anno”
10.03.2021 - in

McLaren: Ella Podmore è “giovane ingegnera dell’anno”

Lo IET – Institution of Engineering and Technology – premia Ella Podmore, scienziata e ingegnera della McLaren Automotive, con il titolo di Young Woman Engineer of the Year.

Il premio Young Woman Engineer of the Year

Si tratta di un premio conferito da una prestigiosa Università americana specializzata in materie STEM che ogni anno celebra le giovani lavoratrici nel mondo dell’ingegneria. Il premio è nato con lo scopo di “incoraggiare la diversità di genere nella professione”, avvicinando sempre più le donne al mondo lavorativo di area scientifico-tecnologica.

Ella si è aggiudicata il premio per la sua passione e il suo dinamismo ma anche perchè rappresenta il meglio della professione ingegneristica. La giovane donna ha il carisma e la personalità per ispirare altri a seguire i suoi passi.

Ella Podmore in McLaren

Ella Podmore ha una laurea in ingegneria chimica e dei materiali ed è specializzata in scienza della corrosione e analisi delle fratture metallografiche. Ha appena 24 anni ed è già una dei 100 ambasciatori STEM della casa britannica di auto sportive. Ha iniziato il suo percorso in McLaren nel 2016, con uno stage. Ad oggi ha già lavorato su modelli importanti come la McLaren 765LT, la roadster Elva e la Artura, la prima serie dell’ibrida ad alte prestazioni svelata proprio di recente. Ella Podmore si è occupata di seguire tutti gli step che riguardano lo studio dei materiali, dalle prime bozze di disegno ai prodotti finali. Ha quindi finito per costituire quasi dal nulla il suo dipartimento, dividendosi tra gli esperimenti di laboratorio e gli incontri tecnici.

Sono assolutamente onorata di essere stata scelta dallo IET e dai giudici come vincitrice di quest’anno” ha dichiarato la giovane ingegnera, “quanti lavorano al mio fianco e mi conoscono, sanno bene la passione che metto nella mia scienza, e vorrei incoraggiare le nuove generazioni di ingegnere e scienziate ad andare sempre oltre i limiti del possibile”.

Sicuramente un motivo di orgoglio per la Casa di Woking, Mandeep Dhatt, Executive Director of HR in McLaren, commenta così il premio:

“Per una società come la nostra, la diversità è vitale per mantenere e spingere l’innovazione culturale che ci aiuta a stimolarci e a trovare nuove soluzioni e tecnologie che ci permettano di realizzare i prodotti emozionanti che vogliono i nostri clienti”