Le sei auto da non perdere al Salone di Ginevra 2019
07.03.2019 - in

Le sei auto da non perdere al Salone di Ginevra 2019

Siamo state all’89° Salone di Ginevra che apre da oggi e fino al 17 marzo al pubblico.  Sempre il più amato in Europa, sono tante le assenze di quest’anno, da Volvo al Gruppo Jaguar Land Rover, da Hyundai a Mini, da Ford a Opel ma anche tante le Case nuove, tra cui una russa – Aurus che è quella di Putin -, una cinese e una nuova svizzera. Elettrificazione e ibride i leit motiv di quest’anno di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi ma adesso ecco i sei modelli che non potete perdere se andate al Salone, secondo noi. Ecco quindi una supercar, un’elettrica, un crossover compatto, una city car, una shooting brake e un’attesissima, in ordine sparso!

Lamborghini Aventador SVJ Roadster

Anteprima mondiale per Lamborghini e la sua supercar con un motore V12 aspirato da 770 cv a 8.500 giri/min e una coppia di 720 Nm a 6.750 giri/min. Va da 0 a 100 km/h in 2,9” e ha una velocità massima oltre i 350 km/h. Al nome “Super Veloce” è stato aggiunto il suffisso “Jota”, per sottolineare le prestazioni su pista, ricordando quelle della sorella Coupé che ha infranto il record sul giro per le vetture di serie al Nürburgring-Nordschleife. Il tetto è realizzato in fibra di carbonio ed è composto di due pannelli dal peso ciascuno di 6 kg, compresi nei 50 aggiuntivi che la Roadster presenta rispetto al modello coupè di appena 1.525 kg. La Aventador SVJ Roadster presentata a Ginevra è in matt bronzo zenas con una livrea ad personam speciale in bianco canopus. Gli interni sono in Alcantara bicolor, bianca e nera, per i sedili avvolgenti, abbinata a inserti in pelle nera per ricreare il tipico disegno esagonale di Lamborghini. Impunture a croce, in colore a contrasto per definire la forma del sedile, poggiatesta con ricamo del logo centrale su Alcantara scura e ricamo in verticale sul fianchetto del modello SVJ. Un festival di lavorazioni e di Alcantara per personalizzare in modo davvero unico e inconsueto gli interni della Lamborghini Aventador SVJ Roadster. Ne faranno solo 800 esemplari e costerà 387.000 euro, tasse escluse.

Alfa Romeo Tonale

Esordisce a Ginevra la concept car del primo SUV compatto ibrido plug-in di Alfa Romeo. Ancora pochi i dettagli del nuovo motore, dovrebbe essere prodotta entro il 2022 nello stabilimento di Pomigliano. All’interno ha quattro sedili singoli ed è un tripudio di alluminio, pelle e Alcantara. La plancia ha un touchscreen da 10,25” per l’infotainment e un quadro strumenti digitale da 12,3”. Una curiosità sul nome che è stato scelto per dare continuità, dopo Stelvio. In occasione della presentazione è stato spiegato che “Alfa Romeo Tonale è il nostro sguardo nel futuro del segmento Cuv, in grado di creare un’espressione olistica e creativa tramite la fusione di bellezza e tecnologia. In poche parole, è l’opera d’arte, il capolavoro assoluto del design Alfa Romeo: non a caso le prime lettere di Alfa Romeo Tonale formano la parola ART“.

Renault Clio

Dopo 15 milioni di unità vendute, arriva la quinta generazione di Renault Clio: best-seller della casa della Losanga in tutto il mondo. Difficile rinnovare un modello così di successo, dal 2013 leader del segmento B in Europa e, in Italia, auto straniera più venduta da anni, nel 2018, per la prima volta, seconda assoluta. Il design diventa più espressivo e le dona una nuova personalità, più moderna. A differenza di altre dello stesso segmento, diventa più compatta e si accorcia di 12 mm, però diventa più spaziosa e abitabile negli interni dove aumenta notevolmente la qualità percepita, sia grazie ai materiali che ai dettagli più curati. Cuore della plancia è il nuovo display da 9,3” che è orientato al guidatore e gestisce tutte le informazioni. Arriverà con motori benzina, diesel, GPL e, nel 2020 anche ibrida.

Mazda CX-30

Mazda quest’anno cambia la propria posizione al Salone di Ginevra e prende il posto che fu di Volvo: più centrale e molto più grande, con l’occasione, presenta al mondo il nuovo SUV crossover compatto che si chiamerà CX-30. Come dimensione si posiziona tra la CX-5 e la CX-3 ma non si chiama CX-4 perché in Cina esiste già una Mazda con questo nome, quindi a Hiroshima ne hanno scelto un altro, che potesse andare bene ovunque. Sarà commercializzata in tutto il mondo e in vendita in Europa a partire da quest’estate. Lunga 4,39 m, larga 1,79 m con un passo di 2,65 m e un bagagliaio di 430 l, all’interno ha uno schermo da 8,8” ed è comoda per una famiglia di quattro persone. Si conferma con gli stilemi del Kodo design e in Mazda assicurano che sarà sempre piacevole da guidare. Avrà i motori benzina e diesel della gamma Skyactive, tra cui anche quello con tecnologia SPCCI e l’ibrido. Sarà a trazione integrale e sarà disponibile col cambio automatico o manuale. Non rimane che aspettare per provarla!

Mercedes CLA shooting brake

Sarà disponibile da settembre la nuova Mercedes CLA in versione Shooting Brake. Più spaziosa rispetto alla coupè ma anche dal carattere più sportivo, che traspare particolarmente dal posteriore, ribassato e affusolato e dalle nuove dimensioni: 48 mm più lunga di prima, 53 mm più larga, ma 2 mm più bassa. I fari piatti, il cofano motore molto ribassato e la mascherina del radiatore Matrix con Stella centrale caratterizzano il volto tipico delle vetture sportive firmate Mercedes-Benz. Il sistema di infotainment sarà MBUX che permette un alto livello di personalizzazioni e il sistema di riconoscimento vocale evoluto. Il motore top di gamma sarà il quattro cilindri benzina da 225 cv e 350 Nm di coppia della CLA 250, con il cambio doppia frizione 7G- DUCT e trazione anteriore. Arriveranno comunque anche altri motori diesel e benzina, cambio manuale e trazione sia anteriore che integrale 4MATIC.

Honda e-Prototype

Dopo l’Urban EV Concept del 2017, Honda presenta e-Prototype, il veicolo elettrico compatto con un design minimalista, caratterizzato da maniglie a scomparsa e il sistema di specchietti a videocamera. All’interno ha un display orizzontale a doppio schermo e il sistema infotainment connesso di nuova generazione. Avrà un’autonomia di oltre 200 km con una funzione di ricarica veloce dell’80% della batteria in soli 30 minuti. Le prenotazioni di Honda e-Prototype saranno ufficialmente aperte da quest’estate.