Nuova Opel Mokka: il B-SUV dall’appeal sportivo e la maneggevolezza di una city car
27.05.2021 - in

Nuova Opel Mokka: il B-SUV dall’appeal sportivo e la maneggevolezza di una city car


Sono finalmente riuscita a toccare con mano la nuova Opel Mokka, che mi incuriosiva da parecchio tempo. Un B-SUV tedesco, dalle nuove forme stilistiche decise e giovanili, capace di catturare l’attenzione al suo passaggio, dimostrando grande sicurezza in sé e personalità. Guardandola è difficile resistere al suo fascino, o per lo meno questo è quello che è successo a me.

Nulla a che vedere con il vecchio modello dalla quale ha ereditato solo il nome, lasciandole anche quei 12 cm di lunghezza forse di troppo.

Look

La Mokka della nostra prova è la GS Line Pack (GS Line +). Il colore è il Blanc Banquise (+ 400€) che in tale versione, come ogni pietanza si abbina a un buon vino, è accompagnato da un super cool tetto nero e da dettagli esterni rossi. Personalmente davvero di buon gusto, anche se provando a configurare la vettura online in altri colori, devo ammettere che alcune combo proprio non le rendono giustizia. Il bianco-rosso-nero invece ha decisamente il suo perché!

Lunga 4,15 metri, larga 1,79 m e alta 1,52 metri, si fa notare nel traffico cittadino e tra le maggiori novità spicca sicuramente all’occhio la nuova mascherina frontale. Ispirata ad un casco (e non a caso denominata Opel Vizor), sembra nascondere uno sguardo decisamente fiero di sé. Se quest’auto si potesse trasformare in una donna non so perché ma vedo in lei la Vedova Nera della Marvel, tanto abile quanto intrigante.

Il frontale prende spunto dalla vecchia Opel Manta 1° serie e molto appariscenti sono anche i cerchi in lega da 18” Tri-color Red (di serie per la versione GS line +) e il doppio terminale di scarico.

Comfort

Posizione di guida alta e visibilità buona davanti, un po’ meno dietro. Mi è piaciuta la pinna sul cofano: sembra un po’ quella di uno squalo a voler dire “hey spostati che arrivo io!”

La nuova impostazione della plancia, rivolta verso il conducente dà l’idea di sentirsi avvolti al meglio all’intero dell’abitacolo, ma dal mio punto di vista sfavorisce un po’ il passeggero, soprattutto se vuole intervenire sui comandi radio e sullo schermo touch screen. I sedili in tessuto nero e rosso, oltre ad essere molto fashion, sono avvolgenti e parecchio comodi.

Un difettuccio però l’abbiamo trovato: l’apertura delle portiere posteriori è abbastanza limitata e si fa anche un po’ fatica a scendere dall’auto: anche lo spazio per le ginocchia dietro, se si è un po’ alti non ci si muove benissimo. Però ci sono ben due prese USB per i passeggeri, anche se mancano le bocchette dell’aria e il cielo nero (che io adoro!) e la non possibilità di abbassare completamente i finestrini posteriori (per la sicurezza dei bambini) dà l’idea di stare un po’ “compressi” e al buio.

Davanti c’è la ricarica wireless per il telefonino, il condizionatore è monozona e il bracciolo centrale scorre per permettervi di trovare la posizione più comoda.

Tecnologia

Il sistema Navi Pro include uno schermo da 10”, la radio DAB, il navigatore  e l’aggiunta di un display digitale 12” a colori. L’infotainment è compatibile con Apple Car Play e Android Auto e il cellulare si può collegare sia tramite cavo USB che via Bluetooth.

La vettura in prova è dotata di sistema riconoscimento segnali stradali, cruise control adattivo (con Stop&Go), Lane Keep Assist, riconoscimento pedoni avanzato, frenata d’emergenza e del segnale attenzione guidatore (se siete stanchi vi ordinerà di prendere un caffè!) e Opel Connect.

Carattere

Tre gli aggettivi che le meglio la rappresentano: agile, versatile e giovane. E’ un’auto che ben si adatta alla città, ma può dare anche le sue piccole soddisfazioni e in ogni caso si comporta molto bene ugualmente sui lunghi tragitti. A me è piaciuta molto in Sport, d’altro canto lo scoppiettio del tubo di scarico è sempre molto affascinante. Anche nella modalità Normale non è  male e soprattutto consuma meno (ancor meglio in ECO!). Forse l’unica cosa che non mi aspettavo è la leggera sensazione di “vuoto” tra una marcia e l’altra, guidandola in manuale con le palette al volante.

Il motore 1.2 benzina 130 CV con cambio automatico a 8 rapporti si sente quel tanto che basta. Mentre i consumi di 10.4 km con 1 litro, considerando che l’ho usata praticamente sempre in Sport, sono decisamente migliorabili selezionando le modalità Normale o Eco.

Il prezzo? L’allestimento base Edition parte da 22.550€ e quella della nostra prova parte dai 25.800 € ma, con la nostra configurazione, supera leggermente i 30.000 €.

 

Scheda tecnica

Motore: 3 cilindri benzina
Cilindrata: 1.2
Cambio: automatico 8 marce
Potenza massima: 96 kW @ 5500 giri/min
Consumo dichiarato (ciclo WLTP combinato) 6 l/100 km):
Emissioni: 135 g/km
Trazione: anteriore
Volume bagagliaio: 310/1.105
0-100 km/h: 9,4 secondi
Prezzo di listino: da 22.550 € (allestimento Edition)