Come si attivano i tergicristalli
23.01.2023 - in

Come si attivano i tergicristalli

Per parlare di come si attivano i tergicristalli è d’obbligo un salto nel passato. Siamo a New York nel 1903. E’ inverno e Mary Anderson, un’allevatrice americana che non guida, osserva un autista del tram che tiene aperti i due finestrini per poter pulire il parabrezza dalla neve. Ritornata in Alabama disegna uno strumento per tenere pulito il parabrezza e lo fa costruire da una ditta locale. Lo strumento consisteva in una leva interna all’auto che muoveva una stecca di gomma sul vetro esterno. Nasce così il tergicristallo. La Anderson riuscì ad ottenere un brevetto per 17 anni. Nel 1905 provò a vendere il brevetto ma non ci riuscì perché nessuno voleva pagare un oggetto inventato da una donna. Cadillac fu la prima Casa auto ad installare il tergicristallo come accessorio standard, nel 1922.

Anche i primi tergicristalli automatici furono inventati da una donna, Charlotte Bridgwood, che depositò il brevetto per la sua invenzione nel 1917 ma, come quella di Mary, non fu un successo commerciale.

L’invenzione del tergicristallo da parte della Anderson è citata nel 19º episodio della 17ª stagione dei Simpson, durante una conversazione tra Marge Simpson, il marito ed i figli sul tema dell’equità di genere. Anche noi nella settima puntata del nostro podcast ne abbiamo raccontato la storia.

Come si attivano i tergicristalli

Dal 1903 ne è passata di acqua sotto i ponti ma i tergicristalli non sono cambiati molto, se non fosse che hanno seguito l’evoluzione del parabrezza delle auto, che da piccolo e piatto è diventato più ampio e curvo. Il braccio dei tergicristalli viene mosso dal motorino di azionamento che si attiva girando la manopola che parte dal piantone del volante. A seconda delle auto, per attivarli bisogna girare la manopola oppure alzarla/abbassarla. Grazie agli archetti di supporto, la gomma – che in gergo si chiama tergente – asseconda la curvatura del vetro.

Come si attiva l’acqua dei tergicristalli

Anche in questo caso quel che serve fare per spruzzare il liquido lavavetro dipende dai modelli di auto. In alcune bisogna premere il pulsante posto all’estremità della leva del tergicristallo. In altre invece bisogna abbassarla, tirarla o spingerla. Una volta rilasciato il pulsante il tergicristallo continua a funzionare ancora per qualche secondo prima di fermarsi definitivamente, fin quando non lo riattiverete.

Come si attivano i tergicristalli alla Fiat Bravo

Come in tutte le auto anche i tergicristalli sulla Fiat Bravo si attivano con la chiave di avviamento in posizione MAR (marcia). La leva alla destra del volante può assumere cinque diverse posizioni:

  • A: tergicristallo fermo
  • B: funzionamento a intermittenza
  • C: funzionamento continuo lento
  • D: funzionamento continuo veloce
  • E: funzionamento veloce temporaneo ed è limitato al tempo in cui si trattiene manualmente la leva in tale posizione. Al rilascio la leva torna in posizione A, arrestando il tergicristallo.

Con la leva in posizione B, ruotando la ghiera, si possono selezionare quattro possibili velocità di funzionamento in modo intermittente: bassa, lenta, media e veloce.

Con il tergicristallo attivo, inserendo la retromarcia si attiva automaticamente il tergilunotto posteriore.

Tirando la leva del tergicristallo verso il volante si aziona il lavacristallo. Mantenendo tirata la leva è possibile attivare con un solo movimento il getto del lavavetro e il tergicristallo stesso; quest’ultimo infatti entra in azione automaticamente se si tiene tirata la leva per più di mezzo secondo. Il funzionamento del teregicristallo termina alcune battute dopo il rilascio della leva. Un’ultima “battuta di pulizia”, qualche secondo dopo, completa l’operazione tergente.

Dietro lo specchietto retrovisore interno si trova il sensore pioggia. Quest’ultimo adegua automaticamente, durante il funzionamento intermittente, la frequenza delle battute del tergicristallo all’intensità della pioggia.

Come si attivano i tergicristalli alla Hyundai Atos

Il tergilavacristalli della Hyundai Atos può essere utilizzato in 3 diverse posizioni:

  • Intermittente
  • A bassa velocità
  • Ad alta velocità

Una nota di attenzione che vale in realtà per tutte le auto: per evitare danni al sistema del tergicristallo, non usatelo per rimuovere grossi accumuli di neve o ghiaccio, che invece vanno rimossi manualmente. Se c’è solo un sottile strato di neve o di ghiaccio sul parabrezza, azionare il riscaldatore in modalità sbrinatore per scioglierli, prima di utilizzare il tergicristallo.

I tergicristalli della Hyundai Atos si attivano tirando la leva verso il volante. Quando viene azionato il tergilavacristallo funziona automaticamente 2 volte. Il tergilavacristallo continua a funzionare fino al completo rilascio della leva